FEDERAZIONE INTERNAZIONALE DELLE SOCIETÀ DI CROCE ROSSA E MEZZALUNA ROSSA

La Federazione internazionale delle società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (International Federation of Red Cross and Red Crescent Societies o IFRC) riunisce tutte le società nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.
È un’organizzazione internazionale non governativa che ha il compito di ispirare, incoraggiare e sostenere l’azione umanitaria delle società che ne fanno parte. Il suo sostentamento è garantito dai contributi annuali delle singole società nazionali e da finanziamenti finalizzati a programmi di soccorso e sviluppo.
La Federazione e le società nazionali, attualmente 190, insieme al Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR), costituiscono un’associazione che può contare su 97 milioni di persone, tra membri e volontari.
Alla fine della prima guerra mondiale Henry P. Davidson, un dirigente della Croce Rossa Americana, propose in una conferenza di medicina internazionale da lui organizzata e svoltasi a Parigi il 5 giugno 1919, di utilizzare il potenziale della Croce Rossa, fino ad allora utilizzato esclusivamente nei conflitti, per attività umanitarie in ambito civile e in tempo di pace.
Propose di federare le varie società nazionali in un istituto simile alla Società delle Nazioni che venne chiamato “Lega delle Società della Croce Rossa” al quale aderirono le associazioni nazionali di Italia, Francia, Giappone, Gran Bretagna e Stati Uniti. Tale istituto nel 1991 prese il nome di Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.
Il 19 ottobre 1994 gli è stato riconosciuto lo status di osservatore dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.
La Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa ha dei compiti ben precisi all’interno del sistema Croce Rossa. Questi sono:

– legante tra le varie società nazionali
– favorirne la costituzione di nuove
– in cooperazione con l’UNDRO (United Nations Disaster Relief Organization) coordinare le azioni di soccorso come partner operativo dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) presta assistenza ai profughi fuori dalle zone di conflitto
– collabora con le società nazionali al miglioramento della salute della popolazione
– promuove l’educazione sanitaria in ambito giovanile promuove attività socio-sanitarie
– incoraggia la donazione del sangue promuovendo il Codice di etica per il dono e la trasfusione del sangue
– diffonde e approfondisce in collaborazione con il CICR la diffusione del Diritto internazionale umanitario

“Proteggere la vita e la dignità delle vittime di conflitti armati e di altre situazioni di violenza e portar loro assistenza.”

Mandato e Missione

L’azione del CICR si fonda sulle Convenzioni di Ginevra del 1949 e sui loro Protocolli aggiuntivi, sui suoi Statuti, nonché su quelli del Movimento internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, e sulle risoluzioni delle Conferenze internazionali della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.

Il CICR è un’istituzione indipendente e neutrale che protegge e assiste le vittime della guerra e della violenza armata.

Interviene nelle situazioni di emergenza e si adopera per promuovere il rispetto del diritto internazionale umanitario e la sua integrazione nelle legislazioni nazionali.

Organizzazione imparziale, neutrale e indipendente, il Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR) ha la missione esclusivamente umanitaria di proteggere la vita e la dignità delle vittime di conflitti armati e di altre situazioni di violenza, e di portar loro assistenza.

Il CICR si adopera inoltre per alleviare la sofferenza promuovendo e rafforzando il diritto umanitario e i principi umanitari universali